Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Piano Solo Jazz Concerto

Data:

13/10/2015


Piano Solo Jazz Concerto

Concerto del pianista Danilo Rea

In occasione dell’uscita di Something in our way, il suo nuovo album ispirato ai capolavori dei Beatles e dei Rolling Stones, il celebre pianista Danilo Rea presenta una selezione di brani in chiave Jazz.

Per informazioni rivolgersi a Istituto Italiano di CulturaTel. 03-3264-6011 (int.13, 29) eventi.iictokyo@esteri.it

I posti sono esauriti.

ProfiloDanilo Rea nasce a Vicenza nel 1957, ma trascorre la sua infanzia a Roma dove ascolta e rimane incantato dai vecchi vinili di Modugno. La passione per la musica lo porta a iscriversi al Conservatorio di Santa Cecilia, dove si diploma con il massimo dei voti.Studi classici, rock e pop influenzano la sua formazione e grazie al Jazz, il suo vero amore, dà vita ad uno stile inconfondibile ed unico dove melodia ed improvvisazione si fondono alla perfezione. Ricercatissimo dai principali cantautori e artisti pop italiani collabora con Mina, Claudio Baglioni, Pino Daniele, Domenico Modugno, Fiorella Mannoia, Riccardo Cocciante, Renato Zero, Gianni Morandi e Adriano Celentano. Ancora oggi è il pianista di fiducia di Mina che nel 2001 lo rivuole accanto a sé in una rarissima ed eccezionale ripresa dal vivo nel suo studio di registrazione a Lugano. Il suo esordio come pianista jazz è del1975 con il Trio di Roma insieme ad Enzo Pietropaoli e Roberto Gatto. Negli anni ’80 fa parte del quintetto di Giovanni Tommaso e del gruppo Lingomania di Maurizio Giammarco. Nel corso della sua carriera, suona con tutti più grandi jazzisti mondiali. Nel 1997 fonda con Enzo Pietropaoli e Fabrizio Sferra i Doctor 3, il trio che per oltre dieci anni calcherà i più importanti palcoscenici jazz italiani ed internazionali con esibizioni in Europa, Stati Uniti,Sudamerica e Cina. Il suo primo lavoro da solista è Lost in Europe (2000) composto durante un tour in Europa a cui segue Lirico (2003), dove miscela musica lirica e jazz, improvvisando sui temi operistici e facendone emergere la grande attualità. Seguono Solo (2006), Introverso (2008) e il recente A Tribute to Fabrizio De André. Quest'anno, proprio nel mese di ottobre, è prevista l'uscita del suo nuovo attesissimo CD di piano solo in cui rielabora in chiave jazz alcuni dei più grandi successi dei Beatles e dei Rolling Stones.

Informazioni

Data: Mar 13 Ott 2015


707