Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

"Quattro Stradivari in concerto". Concerto del Quartetto di Cremona

Data:

06/07/2018


La serata è dedicata alle musiche di Puccini, Respighi, Fabio Vacchi e Beethoven. I veri protagonisti sono però Niccolò Paganini, che ha posseduto e suonato i quattro strumenti e Antonio Stradivari che li ha creati fra il 1680 e il 1736.

Programma

Giacomo Puccini (1858-1924), "Crisantemi, elegia per quartetto d'archi" (1890)
Ottorino Respighi (1879-1936), Quartetto in re maggiore (1907) 1. Allegro moderato 2. Tema con variazioni 3. Intermezzo 4. Finale
Intervallo
Fabio Vacchi (1949-), "Movimento di quartetto" (1999)
Ludwig van Beethoven (1770-1827), Quartetto per archi n. 8 in mi minore op. 59 n. 2 "Rasumovsky" 1. Allegro 2. Molto adagio 3. Allegretto 4. Finale. Presto

Le iscrizioni saranno aperte a breve. 
Si prega di fare riferimento a questa pagina. 

Cristiano Gualco – Violino "Paganini" Stradivarius 1727
Paolo Andreoli –  Violino "Paganini" Stradivarius 1680
Simone Gramaglia – Viola "Paganini" Stradivarius 1731
Giovanni Scaglione – Violoncello "Paganini" Stradivarius 1736

Fin dalla propria fondazione nel 2000 il Quartetto di Cremona si è affermato come una delle realtà cameristiche più interessanti a livello internazionale ed è regolarmente invitato ad esibirsi nei principali festival e rassegne musicali in Europa, Sudamerica, Stati Uniti e in Estremo Oriente, riscuotendo unanimi consensi di pubblico e critica.

In campo discografico, nel 2017 si è conclusa la pubblicazione dell’integrale dei Quartetti di Beethoven per la casa discografica tedesca Audite: tra i riconoscimenti più recenti ottenuti per questo ciclo, nel febbraio 2017 il Supersonic Award della rivista tedesca Pizzicato e nel luglio 2017 il premio Echo Klassik 2017 assegnati al volume VII dell’integrale beethoveniano. Ultima, la ICMA Award per i vol.7 e 8.
Tra i recentissimi debutti di grande successo, citiamo il Concertgebouw e la String Quartet Biennale di Amsterdam, la Laeiszhalle di Amburgo, la Vancouver Playhouse e la Library of Congress di Washington. Il prossimo futuro vedrà impegnato il quartetto in tournée in USA, in Cina, in Danimarca, in Germania e in Inghilterra.
Numerose le collaborazioni con artisti del livello di Lawrence Dutton, Edicson Ruiz, Andrea Lucchesini, Antonio Meneses e del Quartetto Emerson. Il Quartetto di Cremona è titolare della cattedra del “Corso di Alto Perfezionamento per Quartetto d’Archi” presso l’Accademia Walter Stauffer di Cremona, ed è regolarmente invitato a tenere masterclass in Europa e USA.
Il Quartetto di Cremona è testimonial del progetto internazionale “Friends of Stradivari” e, grazie all’interessamento del network, attualmente suona il “Paganini Quartet” di Antonio Stradivari, concesso in prestito dalla Nippon Music Foundation:
Il Quartetto di Cremona è anche sostenuto dalla Kulturfond Peter Eckes che ha affidato loro quattro straordinari strumenti di liuteria italiana (violino Giovanni Battista Guadagini, violino Paolo Antonio Testore, viola Giachino Torazzi, violoncello Dom Nicola Amati) ed è stato scelto come testimonial da Thomastik Infeld Strings.

Informazioni

Data: Ven 6 Lug 2018

Orario: Dalle 18:30 alle 20:00

Organizzato da : イタリア文化会館

Ingresso : Libero


Luogo:

Istituto Italiano di Cultura di Tokyo, Auditorium Umberto Agnelli

1135